Cerca
Close this search box.

Settimane della SRI: BVA Doxa sul palco con due ricerche ad hoc

BVA Doxa si conferma uno tra principali attori delle settimane della SRISustainable and Responsible Investment- con due ricerche condotte in collaborazione con il Forum per la Finanza Sostenibile, organizzatore dell’appuntamento dedicato all’Investimento Sostenibile e Responsabile che si è svolto tra Milano e Roma e online dal 14 al 28 novembre scorso.

Il primo giorno in apertura dei lavori BVA Doxa ha presentato lo studio “Risparmiatori italiani, investimenti sostenibili e settore agroalimentare” che ha approfondito gli orientamenti degli investitori retail rispetto agli investimenti ESG e, in particolare, al settore agroalimentare.

L’indagine ha coinvolto 1.400 risparmiatori che hanno investito nell’ultimo anno almeno €1.000, di cui 505 con almeno €20.000 investiti ed è stata realizza anche con il sostegno di AllianzGI e Anasf.

I principali risultati emersi

Il 78% degli intervistati conosce o, quantomeno, ha sentito parlare di investimenti sostenibili e il 21% ha già sottoscritto prodotti SRI. Emerge interesse per il settore agroalimentare: il 65% di chi conosce gli investimenti sostenibili sarebbe disponibile a investire con criteri ESG nel comparto, considerato dal 46% fondamentale per la sostenibilità ambientale.

Nel corso dell’ultimo anno, per la metà dei risparmiatori che conoscono gli investimenti sostenibili sono aumentate le informazioni sui prodotti SRI fornite dalla banca, dall’assicurazione o dal consulente finanziario. Il 47% dei rispondenti, inoltre, percepisce un aumento delle competenze e dell’attenzione da parte del settore finanziario.

La seconda settimana di eventi si chiude ancora una volta con BVA Doxa sul palco a discutere della ricerca “PMI italiane, policrisi e finanza sostenibile: le opportunità per le imprese”, realizzata in collaborazione con Finlombarda – oltre che Forum della Finanza Sostenibile – e con il sostegno di BPER Banca ed ENPACL .

Allo studio hanno partecipato 450 PMI, che hanno dimostrato essere pienamente coinvolte nel processo di trasformazione sostenibile.

I principali risultati emersi

Per il 56% delle aziende ritiene che i temi ESG abbiano un ruolo “molto importante” nelle scelte strategiche e di investimento, un dato in forte aumento rispetto al 27% rilevato nell’indagine condotta nel 2020 e al 46% del 2022.

I fattori da considerare nella spinta all’adozione di criteri ESG nelle strategie aziendali sono le aspettative del mercato e degli stakeholder. Il 70% delle PMI coinvolte nell’indagine dichiara di aver ricevuto delle richieste specifiche da clienti (35%), stakeholder interni, banche, compagnie assicurative, fornitori e investitori.

Per finanziare i progetti sostenibili, la maggior parte delle PMI guarda ancora alle banche, ma oltre la metà delle rispondenti esprime apertura in merito a nuovi strumenti finanziari, per ora scelti dal 18% delle aziende. La proposizione da parte degli operatori appare comunque abbastanza diffusa: il 54% delle imprese ha ricevuto proposte di strumenti diversi dal credito.

La sostenibilità è associata a obblighi legali (il 68% delle PMI è abbastanza o molto d’accordo al riguardo) o alle richieste e aspettative del mercato, ma può diventare anche un fattore competitivo (l’86% è abbastanza o molto d’accordo nel ritenere che la sostenibilità offra questa opportunità) e può contribuire a ridurre rischi rilevanti anche dal punto di vista economico e finanziario (82%).

COMPILA IL FORM PER SCARICARE LE RICERCHE:
“Risparmiatori italiani, investimenti sostenibili e settore agroalimentare” e “PMI italiane, policrisi e finanza sostenibile: le opportunità per le imprese”

WHISTLEBLOWING

Doxa, socio fondatore ASSIRM e Società Benefit, da sempre promuove una cultura aziendale ispirata ai valori etici di responsabilità, integrità e trasparenza nella gestione del business interni e nei rapporti con i vari stakeholder.

In quest’ottica, in ottemperanza al D.Lgs. 10 marzo 2023 n. 24, ha definito e adottato una Policy di Whistleblowing che prevede canali dedicati e modalità di gestione delle segnalazioni di condotte illecite e reati nei luoghi di lavoro che garantiscono riservatezza e tutela del segnalante.

Tutte le segnalazioni vengono gestite, inoltre, secondo un processo definito che garantisce obiettività di analisi e responsabilità nella gestione affidata a una funzione indipendente ed esterna.

Le segnalazioni possono avere a oggetto ogni notizia relativa a possibili violazioni di legge.

Possono fare segnalazioni tutti i dipendenti, i collaboratori e gli altri soggetti terzi che interagiscono nel contesto lavorativo di Doxa (es. consulenti, liberi professionisti, ecc.).

 

Contatto per inviare una segnalazione: whistleblowing_bvadoxa@legalmail.it