Cerca
Close this search box.

Gatti e cani “fanno bene”: la relazione degli italiani con gli animali da compagnia

Riducono lo stress e il senso di solitudine, hanno un ruolo importante a livello emotivo e relazionale, ma non solo. Gli Italiani confermano il loro amore per gli animali di casa dimostrandosi attenti a quello che mangiano e non badando troppo a spese per la loro cura. Queste sono solo alcune evidenze emerse da una recente ricerca di BVA Doxa realizzata per Purina che ha fatto luce su tendenze, preoccupazioni e gioie dei possessori di animali da compagnia in Italia.
L’indagine è stata presentata al Pet Summit, l’evento organizzato da Il Sole 24 Ore in collaborazione con Purina e Assalco, che si è tenuto a Milano lo scorso 27 febbraio.

I dati sono stati rilevati da un campione di 800 pet owner – 50% possessori di gatti e 50% possessori di cani – composto da uomini e donne di età 18-64 anni e hanno offerto uno sguardo sulla relazione tra esseri umani e animali da compagnia. Sempre più italiani, infatti, si avvicinano al mondo pet con un profondo senso di rispetto e consapevolezza, la presenza di un animale in famiglia è stata confermata come una fonte di gioia e benessere.

Le principali evidenze

  • Circa la metà dei pet è arrivata in famiglia da oltre tre anni, spesso regalati da amici o familiari o presi da un’associazione.
  • Sono numerose le attività di accudimento che i pet owner svolgono per i propri animali, principalmente consistono nel fornirgli cibo e acqua e nel farli giocare.
  • Agli animali da compagnia è riconosciuto un ruolo importante a livello emotivo e relazionale: i pet danno amore, fanno compagnia e fanno sentire meglio le persone.
  • Pet e bambini/ragazzi: gli animali svolgono un ruolo importante nella crescita dei bambini, li aiutano a sviluppare il senso di responsabilità e li aiutano nel creare legami emotivi e sociali
  • La quasi totalità dei possessori di pet fa ricorso al cibo industriale, che deve però avere caratteristiche precise: avere ingredienti di qualità, deve essere di una marca di fiducia, consigliato dal veterinario, avere un buon contenuto proteico.
  • Non sono ancora molti gli ambienti di lavoro in cui è consentito portare il proprio pet. La possibilità teorica di poter portare il proprio animale sul luogo di lavoro suscita un discreto interesse, soprattutto tra i possessori di cani, ma non un’adesione incondizionata.

COMPILA IL FORM PER SCARICARE LA PRESENTAZIONE

WHISTLEBLOWING

Doxa, socio fondatore ASSIRM e Società Benefit, da sempre promuove una cultura aziendale ispirata ai valori etici di responsabilità, integrità e trasparenza nella gestione del business interni e nei rapporti con i vari stakeholder.

In quest’ottica, in ottemperanza al D.Lgs. 10 marzo 2023 n. 24, ha definito e adottato una Policy di Whistleblowing che prevede canali dedicati e modalità di gestione delle segnalazioni di condotte illecite e reati nei luoghi di lavoro che garantiscono riservatezza e tutela del segnalante.

Tutte le segnalazioni vengono gestite, inoltre, secondo un processo definito che garantisce obiettività di analisi e responsabilità nella gestione affidata a una funzione indipendente ed esterna.

Le segnalazioni possono avere a oggetto ogni notizia relativa a possibili violazioni di legge.

Possono fare segnalazioni tutti i dipendenti, i collaboratori e gli altri soggetti terzi che interagiscono nel contesto lavorativo di Doxa (es. consulenti, liberi professionisti, ecc.).

 

Contatto per inviare una segnalazione: whistleblowing_bvadoxa@legalmail.it