Cerca
Close this search box.

Com’è cambiato il punto di vista dei consumatori dopo il caso Ferragni

BVA Doxa indaga il rapporto di fiducia tra Italiani e influencer 

Un giro d’affari di quasi 20 miliardi di euro nel mondo. È il valore, certificato dalla Commissione europea, dell’influencer marketing nel 2023. Un comparto ormai entrato stabilmente nelle strategie di brand e aziende in tutto il mondo, così come nelle abitudini della quasi totalità degli italiani.

A confermare l’importanza e l’interesse di questo settore nella quotidianità dei cittadini, è una ricerca condotta da BVA Doxa e FLU, realtà specializzata in influencer marketing.

L’indagine, condotta tra il 18 e il 23 gennaio 2024, un mese dopo le recenti vicissitudini di Chiara Ferragni, ha coinvolto un campione di 1000 utenti di Instagram tra i 18 e i 54 anni e ha analizzato la variazione della relazione tra follower e influencer tra ottobre 2022 e gennaio 2024.

Le principali evidenze emerse dall’indagine

  • il 94% degli user accede a Instagram almeno una volta al giorno (l’82% più volte al giorno) e due su tre seguono almeno un influencer, mentre oltre la metà segue più di 10 influencer.
  • La fiducia degli italiani nei confronti degli influencer è rimasta molto alta:
    quasi il 90% si fida degli influencer che segue, con il 77% degli intervistati che dichiara di saper riconoscere se un contenuto è sponsorizzato o no.
  • il 62% apprezza le sponsorizzazioni e per l’86% il post sui social è tuttora il punto di partenza di un successivo acquisto (+ 3 punti rispetto al 2022).
  • Oltre due italiani su tre acquistano un prodotto perché l’hanno visto sponsorizzato sui social.
  • Rispetto all’indagine condotta nel 2022, la “competenza” degli influencer è in crescita di ben 4 punti e insieme alla trasparenza” si conferma l’aspetto più importante.

COMPLETA IL FORM PER SCARICARE LA RICERCA

WHISTLEBLOWING

Doxa, socio fondatore ASSIRM e Società Benefit, da sempre promuove una cultura aziendale ispirata ai valori etici di responsabilità, integrità e trasparenza nella gestione del business interni e nei rapporti con i vari stakeholder.

In quest’ottica, in ottemperanza al D.Lgs. 10 marzo 2023 n. 24, ha definito e adottato una Policy di Whistleblowing che prevede canali dedicati e modalità di gestione delle segnalazioni di condotte illecite e reati nei luoghi di lavoro che garantiscono riservatezza e tutela del segnalante.

Tutte le segnalazioni vengono gestite, inoltre, secondo un processo definito che garantisce obiettività di analisi e responsabilità nella gestione affidata a una funzione indipendente ed esterna.

Le segnalazioni possono avere a oggetto ogni notizia relativa a possibili violazioni di legge.

Possono fare segnalazioni tutti i dipendenti, i collaboratori e gli altri soggetti terzi che interagiscono nel contesto lavorativo di Doxa (es. consulenti, liberi professionisti, ecc.).

 

Contatto per inviare una segnalazione: whistleblowing_bvadoxa@legalmail.it